172 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")

Qui eravamo rimasti alla pioggia con il sole.

Al primo mercoledì di freddo dell’Autunno e allo scenario di Orvieto.

Improvvisamente l’idea: perchè non ci spostiamo a Civita di Bagnoregio?!

Qualche km più in là, si ritorna nel Lazio e lo scenario è semplicemente suggestivo ed emozionante.

Una città fondata ben 2500 anni fa dagli Etruschi, nota attualmente per essere ” La città che muore”.

12 sono gli abitanti che risiedono al di là dell’unico ponte di accesso al paese, ma il problema maggiore che viene combattuto da sempre è l’erosione. Quest’ultima caratterizza l’area generando la valle dei calanchi e una vista che lascia senza parole.

Uno dei borghi più belli d’Italia, che 2500 era pieno di vita, ora ne resta un pugno di case e la bellezza di ciò che fu, da preservare gelosamente.

Una breve visita al tramonto che lascia la voglia di tornare, un piccolo cosmo curato in ogni angolo e frammento di muro, una sensazione surreale, un silenzio che lascia spazio solo al rumore del vento e a quello dell’immaginazione di ciò che era e sarà.

 

Here We were in the rain with sun.

One the first Wednesday of cold of this Autumn and the amazing town of Orvieto.

Suddenly an idea: why do not we move to Civita di Bagnoregio ?!

A few miles farther on, we are back in the Lazio area and the scenery is simply impressive and exciting.

A city founded over 2500 years ago by the Etruscans, now known to be the “dying city.”

12 are the people who live beyond the only bridge leading to the village, but the biggest problem is the erosion; this characterizes the area generating the valley of the Badlands and a view that leaves you speechless.

One of the most beautiful villages in Italy, which 2500 years ago was full of life, now there is a handful of houses and the beauty of what was, to preserve jealously.

A short visit at sunset that leaves the desire to return, a small cosmos amazing in every corner and fragment of wall, a surreal feeling, a silence that leaves room only for  the sound of wind and the imagination of what was and will be.

181 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")144 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")106 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")1111 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")126 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")77 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")98 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")68 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")58 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")88 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")136 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")38 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")210 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")152 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")
120 #WhereToGo: Civita di Bagnoregio ("The dying city")Place: Civita di Bagnoregio